R.A.E.E. inizio iscrizioni dal 20 novembre 2007.
20/11/2007

R.A.E.E. inizio iscrizioni dal 20 novembre 2007.

  

Con la partenza del “sistema RAEE” nuovi adempimenti vengono posti in capo ai “produttori” di apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE). Questi ultimi dovranno, a fronte della pubblicazione sulla G.U. n. 257 del 5/11/07 del Decreto n.185/07, procedere ad iscriversi nel neo-istituito registro nazionale dei soggetti obbligati al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). Va ricordato che si intendono come “produttori” i soggetti individuati dall'articolo 3, comma 1, lettera "m", del Decreto Lgs n. 151/05, il quale li identifica in coloro che, a prescindere dalla tecnica di vendita utilizzata, compresi i mezzi di comunicazione a distanza, fabbricano e vendono apparecchiature elettriche ed elettroniche recanti il loro marchio; rivendono con il proprio marchio apparecchiature prodotte da altri fornitori (il rivenditore non è considerato "produttore" se l'apparecchiatura reca il marchio del produttore); importano o immettono per primi, nel territorio nazionale, apparecchiature elettriche ed elettroniche nell' ambito di un'attività professionale e ne operano la commercializzazione, anche mediante vendita a distanza. Le domande di iscrizione al Registro dovranno essere inviate alla Camera di commercio della provincia in cui è ubicata la sede legale del soggetto obbligato inoltrandole esclusivamente per via telematica. Il termine per la presentazione delle domande é di 90 giorni dalla data di entrata in vigore del Decreto ossia dal 20 novembre 2007. Per l'iscrizione al Registro, l'impresa dovrà corrispondere l'imposta di bollo di Euro 14,62, i diritti di segreteria di Euro 30,00 da versare su un c.c.p., la tassa di concessione governativa dell'ammontare di Euro 168,00 sul c.c.p. n. 8003 intestato all'Agenzia delle Entrate, con indicazione in causale di "iscrizione al registro RAEE". Le copie scansionate delle attestazioni dei versamenti dovranno essere allegate alle domande. Le domande di iscrizione al Registro sono composte di cinque sezioni contenenti: i Dati aziendali – codice fiscale, partita iva, ragione sociale e sede legale; Attività – codice ISTAT attività di competenza, Riferimenti – referente operativo in tema di RAEE e legale rappresentante; Prodotti – identificazione delle tipologie di AEE immesse sul mercato e per ogni apparecchiatura il produttore dovrà comunicare i dati relativi ai prodotti immessi sul mercato nell’anno precedente. Qualora all’atto dell’iscrizione il produttore non disponga di dati storici, è possibile comunicare una previsione per i successivi dodici mesi di attività; Sistema di finanziamento – specifica del sistema di finanziamento e del sistema collettivo prescelto per le operazioni di ritiro, trasporto, recupero, trattamento e smaltimento dei RAEE. Al momento dell’iscrizione al Registro Nazionale, a ciascun soggetto verrà rilasciato un codice identificativo personale (numero di iscrizione al registro). Questo numero dovrà essere riportato sui documenti di vendita (fattura) a conferma dell’assolvimento di parte degli obblighi previsti dalla normativa in materia di rifiuti elettrici ed elettronici in quanto la possibilità di immettere sul mercato apparecchiature elettriche o elettroniche è ora condizionata a questa preventiva iscrizione ed alla contestuale dichiarazione in merito al sistema con cui si intende adempiere all'obbligo di finanziamento della gestione dei "RAEE".

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere Aggiornato

Cookie