Lavoratori ed elettrosmog: sta per essere recepita la direttiva 2004/40/CE.
30/10/2007

Lavoratori ed elettrosmog: sta per essere recepita la direttiva 2004/40/CE.

Stanno per essere emanate le norme di recepimento per la tutela dei lavoratori dell’elettrosmog, contenuta nella direttiva 2004/40/Ce, con l'introduzione di precisi valori limite di esposizione dei lavoratori ai campi elettromagnetici presenti nei luoghi di lavoro,. E ciò per mezzo dell’inserimento nel D.lgs 626/94 di un nuovo "Titolo V" – rubricato come "Protezione da agenti fisici: campi elettromagnetici”, che dovrebbe entrare in vigore dal prossimo 30 aprile 2008. Il provvedimento si pone l’obiettivo di tutelare i lavoratori dai rischi derivanti ai campi elettromagnetici da 0 Hz a 300 Ghz durante il lavoro. La quantità e qualità di valori dei campi magnetici da rispettare è duplice. La prima sarà costituita dai "valori di azione", valori con una soglia più bassa il cui superamento determinerà l'obbligo di adottare misure di prevenzione e protezione dei lavoratori. La seconda sarà costituita dai "valori limite di esposizione", valori con una soglia più alta, alla quale i lavoratori non devono mai essere esposti ed il cui superamento obbligherà il datore di lavoro a porre in essere immediate misure per ritornare ai livelli legali, individuare le cause dello sforamento ed attivarsi affinché non si riverifichi in futuro. La prima attività che i datori di lavoro dovranno compiere sarà la valutazione e - se necessario – la misurazione e/o il calcolo dei livelli dei campi elettromagnetici cui sono sottoposti i lavoratori. In base ai risultati di questo esame preventivo, da effetturarsi con cadenza almeno quinquennale a cura di personale specializzato e secondo le norme tecniche individuate dall’emananda norma di recepimento, il datore di lavoro dovrà adottare le misure necessarie, misure che ovviamente varieranno in base al livello dei valori rilevati. Oltre a questo, i datori di lavoro dovranno eliminare alla sorgente o ridurre al minimo i rischi derivanti dall'esposizione ai campi elettromagnetici, in base al livello del progresso tecnico e della disponibilità di misure per controllarne i rischi alla fonte. Sarà anche obbligatoria per tutti i lavoratori esposti a livelli superiori ai valori limite di esposizione, una apposita periodica sorveglianza sanitaria da parte del medico competente e nel caso questi rilevi una danno alla salute nei lavoratori, i datori di lavoro dovranno effettuare una nuova valutazione del rischio.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere Aggiornato

Cookie

Questo sito web utilizza cookie di terze parti

Questo sito utilizza cookie tecnici anonimi per garantire la navigazione e cookie di terze parti per monitorare il traffico e per offrire servizi aggiuntivi come ad esempio la visualizzazione di video o di sistemi di messaggistica. Senza i cookie di terze parti alcune pagine potrebbero non funzionare correttamente. I cookie di terze parti possono tracciare la tua attività e verranno installati solamente cliccando sul pulsante "Accetta tutti i cookie". Puoi cambiare idea in ogni momento cliccando sul link "Cookie" presente in ogni pagina in basso a sinistra. Cliccando su uno dei due pulsanti dichiari di aver preso visione dell'informativa sulla privacy e di accettarne le condizioni.
MAGGIORI INFORMAZIONI