AGGIORNAMENTO NORMATIVO AMBIENTE e SICUREZZA NOVEMBRE 2020
18/12/2020

AGGIORNAMENTO NORMATIVO AMBIENTE e SICUREZZA NOVEMBRE 2020

AMBIENTE

CLP – gestione delle pitture personalizzate (bespoke paints)

Regolamento delegato (UE) 2020/1676 della Commissione del 31 agosto 2020 che modifica l’articolo 25 del regolamento (CE) n. 1272/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla classificazione, all’etichettatura e all’imballaggio delle sostanze e delle miscele per quanto riguarda le pitture personalizzate.

All’art. 25 del regolamento CLP viene aggiunto uno specifico comma che disciplina l’etichettatura delle pitture personalizzate, definite come pittura formulata in quantità limitate e su misura per un singolo consumatore o utilizzatore professionale presso il punto vendita mediante tintometro o miscelazione di colori.

Le modifiche prevedono che, nel caso di una pittura personalizzata per la quale non è stata effettuata una trasmissione in conformità all’allegato VIII e non è stato creato alcun identificatore unico di formula, gli UFI di tutte le miscele contenute nella pittura personalizzata presenti in una concentrazione superiore allo 0,1% e soggette a notifica a norma dell’articolo 45, siano inclusi nelle informazioni supplementari indicate sull’etichetta della pittura personalizzata e devono essere elencati in ordine decrescente di concentrazione nella pittura personalizzata. Infine, qualora la pittura personalizzata contenga una miscela dotata di UFI in una concentrazione superiore al 5%, la concentrazione di tale miscela è inclusa anche nelle informazioni supplementari indicate sull’etichetta della pittura personalizzata accanto all’UFI corrispondente.

CLP – modificato l’Allegato VIII

Regolamento delegato (UE) 2020/1677 della Commissione del 31 agosto 2020 che modifica il regolamento (CE) n. 1272/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele al fine di migliorare la praticabilità delle prescrizioni di informazione in materia di risposta di emergenza sanitaria.

Le novità introdotte sono:
- per quanto riguarda i componenti intercambiabili, gli ingredienti possono essere raggruppati, ma devono avere uguale classificazione (pericoli fisici e per la salute dell'uomo), uguale funzione tecnica e uguali proprietà tossicologiche
- per i settori del gesso, del calcestruzzo preconfezionato e del cemento si può fare riferimento ad una composizione standard se non si ha la composizione completa
- per le pitture personalizzate che potrebbero presentare un numero quasi illimitato di composizioni diverse, vengono previste delle esenzioni dagli obblighi di notifica di cui all’allegato VIII e dall’obbligo di creare un UFI. In tal caso, per consentire ai centri antiveleni di formulare una risposta di emergenza sanitaria adeguata, le singole miscele contenute nelle pitture personalizzate devono tuttavia rimanere soggette a tutte le prescrizioni previste da tale allegato.

RIFIUTI – Consorzio nazionale per il riciclo organico degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabili (Biorepack)

Decreto del Ministero dell'Ambiente del 16 ottobre 2020 “Approvazione dello statuto del Consorzio nazionale per il riciclo organico degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabili (Biorepack)”.

Approvazione, ai fini e per gli effetti dell'art. 223, comma 2, del D. Lgs. 152/06, dello statuto del Consorzio nazionale per il riciclo organico degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile (Biorepack).

RIFIUTI – materiali e componenti di veicoli fuori uso (VFU)

Decreto del Ministero dell'Ambiente del 30 luglio 2020 “Attuazione delle direttive delegate della Commissione europea (UE) 2020/362 e (UE) 2020/363 del 17 dicembre 2019, recanti modifiche all'allegato II della direttiva 2000/53/CE sui veicoli fuori uso”.

Con il Decreto viene modificato l’allegato II al D. Lgs 209/03 relativo all’esclusione dal divieto di immissione sul mercato di materiali e di componenti di veicoli contenenti piombo, mercurio, cadmio o cromo esavalente. Le novità riguardano principalmente l’utilizzo di piombo nelle saldature e di cromo esavalente come anticorrosivo.

ALBO GESTORI AMBIENTALI – rinvio verifiche di idoneità del responsabile tecnico

Albo Nazionale Gestori Ambientali, Circolare n. 12 del 9 novembre 2020 “Rinvio verifiche d’idoneità RT”.

In applicazione del DPCM del 3 novembre 2020 e, in particolare, dell'articolo 1, numero 9, lettera z), si dispone la sospensione delle verifiche d'idoneità per responsabili tecnici programmate per il periodo di efficacia del DPCM stesso.

ADR – sottoscritti accordi internazionali di deroga per il trasporto su strada di merci pericolose

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha sottoscritto alcuni Accordi Multilaterali ADR promossi in ambito internazionale, alcuni di essi sono volti a fronteggiare le problematiche connesse con la pandemia da COVID-19.

L’Accordo M329 riguarda alcune semplificazioni per il trasporto di rifiuti, in particolare per la classificazione, l’imballaggio, la marcatura e le informazioni sul documento di trasporto.

Con l’Accordo M330 è stata prolungata fino al 28 febbraio 2021 la validità dei certificati di formazione professionale dei conducenti in scadenza tra l’1 marzo e l’1 febbraio 2021. Gli autisti con il certificato scaduto potranno ugualmente circolare in tutti gli stati contraenti l’ADR che hanno siglato questo Accordo.

Gli Accordi Multilaterali valgono per i trasporti nazionali all’interno dei territori dei Paesi firmatari di ogni singolo Accordo, e per i trasporti internazionali tra i medesimi Paesi. Tutte le altre disposizioni dell’ADR devono comunque essere applicate.

AIA e INCIDENTI RILEVANTI – Rapporto controlli ambientali SNPA

Presentato il "Rapporto controlli ambientali SNPA AIA – SEVESO relativo agli anni 2017-2018" che riporta dettagliatamente le informazioni e i dati dei controlli ambientali effettuati dal sistema a rete SNPA (ISPRA/ARPA/APPA) su installazioni industriali assoggettate alla direttiva IED 2010/75 Industrial Emission Directive nel rispetto dell’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) ed alla 2012/18/UE Direttiva Seveso (stabilimenti a Rischio di Incidente Rilevante).

Nel 2017, sono state effettuate 2.022 visite ispettive su 6.285 installazioni AIA (statali e regionali), pari al 32,2 %, mentre nel 2018, sono state effettuate 2.065 visite ispettive su 6.302 installazioni AIA, pari al 32,8 %.

Nel 2017 le ispezioni Seveso sono state 232 e nel 2018 sono state 185, su 996 stabilimenti (Soglia Superiore e Soglia Inferiore), con una percentuale di controllo pari al 23,3% nel 2017 e al 18,6% nel 2018.

NORME TECNICHE – Acustica

Norma Tecnica UNI EN ISO 11203:2020

“Acustica - Rumore emesso dalle macchine e dalle apparecchiature - Determinazione dei livelli di pressione sonora al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni sulla base del livello di potenza sonora”

La norma descrive due metodi di determinazione dei livelli di pressione sonora di emissione di macchine e apparecchiature al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni adiacenti mediante calcoli effettuati sulla base del livello di potenza sonora.


SICUREZZA

CLP – gestione delle pitture personalizzate (bespoke paints)

Regolamento delegato (UE) 2020/1676 della Commissione del 31 agosto 2020 che modifica l’articolo 25 del regolamento (CE) n. 1272/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla classificazione, all’etichettatura e all’imballaggio delle sostanze e delle miscele per quanto riguarda le pitture personalizzate.

All’art. 25 del regolamento CLP viene aggiunto uno specifico comma che disciplina l’etichettatura delle pitture personalizzate, definite come pittura formulata in quantità limitate e su misura per un singolo consumatore o utilizzatore professionale presso il punto vendita mediante tintometro o miscelazione di colori.

Le modifiche prevedono che, nel caso di una pittura personalizzata per la quale non è stata effettuata una trasmissione in conformità all’allegato VIII e non è stato creato alcun identificatore unico di formula, gli UFI di tutte le miscele contenute nella pittura personalizzata presenti in una concentrazione superiore allo 0,1 % e soggette a notifica a norma dell’articolo 45, siano inclusi nelle informazioni supplementari indicate sull’etichetta della pittura personalizzata e devono essere elencati in ordine decrescente di concentrazione nella pittura personalizzata. Inoltre, qualora la pittura personalizzata contenga una miscela dotata di UFI in una concentrazione superiore al 5 %, la concentrazione di tale miscela è inclusa anche nelle informazioni supplementari indicate sull’etichetta della pittura personalizzata accanto all’UFI corrispondente.

CLP – modificato l’Allegato VIII

Regolamento delegato (UE) 2020/1677 della Commissione del 31 agosto 2020 che modifica il regolamento (CE) n. 1272/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele al fine di migliorare la praticabilità delle prescrizioni di informazione in materia di risposta di emergenza sanitaria.

Le novità introdotte sono:
- per quanto riguarda i componenti intercambiabili, gli ingredienti possono essere raggruppati, ma devono avere uguale classificazione (pericoli fisici e per la salute dell'uomo), uguale funzione tecnica e uguali proprietà tossicologiche
- per i settori del gesso, del calcestruzzo preconfezionato e del cemento si può fare riferimento ad una composizione standard se non si ha la composizione completa
- per le pitture personalizzate che potrebbero presentare un numero quasi illimitato di composizioni diverse, vengono previste delle esenzioni dagli obblighi di notifica di cui all’allegato VIII e dall’obbligo di creare un UFI. In tal caso, per consentire ai centri antiveleni di formulare una risposta di emergenza sanitaria adeguata, le singole miscele contenute nelle pitture personalizzate devono tuttavia rimanere soggette a tutte le prescrizioni previste da tale allegato.

TUS – modifica al D. Lgs. 81/08 in materia di rischio biologico

Decreto-Legge n. 149 del 9 novembre 2020 “Ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese e giustizia, connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19”.

L’art. 17 del Decreto Legge dispone la sostituzione degli allegati XLVII e XLVIII del D. Lgs. 81/08, in materia, rispettivamente, di indicazioni su misure e livelli di contenimento degli agenti biologici e di contenimento per processi industriali con presenza di agenti biologici.

I nuovi allegati introducono alcune nuove definizioni:

- HEPA: filtro antiparticolato ad alta efficienza
- sistema chiuso: sistema che separa fisicamente il processo dall’ambiente (per esempio vasche di incubazione, serbatoi ecc.)
- airlock/zona filtro: definito come luogo in cui l’accesso deve avvenire attraverso una zona filtro che è un locale isolato dal laboratorio. La parte esente da contaminazione della zona filtro deve essere separata dalla parte ad accesso limitato tramite uno spogliatoio o docce e preferibilmente da porte interbloccanti.

Viene poi specificato il significato del termine “raccomandato” applicato alle misure indicate, ovvero che nella tabella, “raccomandato” significa che le misure dovrebbero essere applicate in linea di principio, a meno che i risultati della valutazione del rischio non indichino il contrario.

Cambia inoltre l’elenco e la descrizione delle misure di contenimento di entrambi gli allegati, introducendo una suddivisione tra misure relative a:
- luogo di lavoro
- impianti
- attrezzature
- sistema di funzionamento
- rifiuti
- altre misure o informazioni generali.

RISCHIO BIOLOGICO – cronologia provvedimenti Covid-19

- Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 novembre 2020 “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 maggio 2020, n. 35, recante “Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19”, e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante “Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19”. Il Decreto prevede la chiusura totale delle scuole superiori (con DAD), chiusura durante il fine settimana dei centri commerciali, coprifuoco per tutti per la fascia oraria compresa tra le 22 e le 5, i mezzi pubblici potranno utilizzare il 50% della loro capienza, sospesi i convegni, i congressi e gli altri eventi. Individuate tre fasce di rischio (gialla, arancione e rossa) alle quali corrisponderanno misure e restrizioni diverse a seconda delle necessità specifiche. L’eventuale ingresso di una Regione all’interno della fascia sarà decisa dal Ministro della Salute.

- Ordinanza del Ministero della Salute del 4 novembre 2020 “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”. L'ordinanza divide l'Italia in tre zone in base ai diversi livelli di rischio (il Veneto in fascia gialla). L'ordinanza produce effetti dal 6 novembre 2020 per un periodo di quindici giorni.

- Circolare del Ministero dell’Interno del 7 novembre 2020 che fornisce le indicazioni sui profili attuativi del DPCM 3 novembre 2020. Le disposizioni dell’art. 1, relative all’area gialla, contengono previsioni che, in quanto non derogate in maniera più restrittiva dagli artt. 2 e 3, trovano applicazione anche nei contesti territoriali disciplinati da questi due ultimi articoli (arancione e rosso).

- Nota del Ministero dell’istruzione n.1994 del 9/11/2020 che precisa che a partire dalla scuola primaria, la mascherina dovrà essere indossata sempre, da chiunque sia presente a scuola, durante la permanenza nei locali scolastici e nelle pertinenze, anche quando gli alunni sono seduti al banco e indipendentemente dalle condizioni di distanza (1 metro tra le rime buccali) previste dai precedenti protocolli, salvo che per i bambini di età inferiore ai sei anni e per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina.

- Ordinanza del Ministero della Salute del 10 novembre 2020 “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”. Aggiornamento della suddivisione delle zone con l’entrata nell'area arancione delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Liguria, Toscana, Umbria, mentre entra nell'area rossa la Provincia Autonoma di Bolzano.

- Ordinanza del Presidente della Regione Veneto n. 151 del 12 novembre 2020 “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da virus COVID-19. Ulteriori disposizioni”. Principali provvedimenti : obbligatorio l’uso corretto della mascherina al di fuori dell’abitazione; attività motoria consentita solo nelle zone periferiche dove non ci siano affollamenti; vietata la consumazione di alimenti e bevande all’aperto su area pubblica o aperta al pubblico; l’accesso agli esercizi di vendita di generi alimentari è consentito ad una persona per nucleo familiare; fortemente raccomandato l’accesso agli esercizi commerciali di grandi e medie strutture di vendita da parte dei soggetti con almeno 65 anni nelle prime due ore di apertura dell’esercizio stesso; sospese le lezioni di educazione fisica, di canto e di strumenti a fiato, nelle scuole di primo ciclo scolastico; nei giorni prefestivi le grandi e medie strutture di vendita, ivi compresi i complessi commerciali e i parchi commerciali, sono chiuse al pubblico, salvo che per la vendita di generi alimentari, le farmacie, le parafarmacie, le tabaccherie e le edicole; nei giorni festivi è inoltre vietato ogni tipo di vendita, anche in esercizi di vicinato, al chiuso o su area pubblica, fatte le eccezioni di cui sopra.

- Ordinanza del Ministero della Salute del 13 novembre 2020 “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”. In base alla nuova Ordinanza entrano nell'area arancione le Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, mentre entrano nell'area rossa Campania e Toscana.

- Ordinanza del Ministero della Salute del 19 novembre 2020 “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”. Rinnovo fino al 3 dicembre prossimo delle misure disposte nell’Ordinanza emanata lo scorso 4 novembre 2020.

- Ordinanza del Ministero della Salute del 20 novembre 2020 “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”. Disposto il passaggio della Regione Abruzzo dalla zona arancione alla zona rossa. Complessivamente, la ripartizione delle Regioni nelle diverse aree è attualmente la seguente: area gialla: Lazio, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Veneto; area arancione: Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Liguria, Puglia, Sicilia, Umbria; area rossa: Abruzzo, Calabria, Campania, Lombardia, Piemonte, Toscana, Valle d'Aosta, Provincia Autonoma di Bolzano.

- Ordinanza del Ministero della Salute del 20 novembre 2020 “Norme sanitarie in materia di infezione da SARS CoV-2 (agente eziologico del COVID-19) nei visoni d'allevamento e attività di sorveglianza sul territorio nazionale”. Disposta la sospensione delle attività degli allevamenti di visoni su tutto il territorio italiano fino alla fine del mese di febbraio 2021 quando verrà effettuata una nuova valutazione sullo stato epidemiologico.

- Ordinanza del Ministero della Salute del 20 novembre 2020 “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”. Rinnovo fino al 3 dicembre prossimo delle misure disposte nell’Ordinanza emanata lo scorso 10 novembre 2020.

- Ordinanza del Presidente della Regione Veneto n. 156 del 24 novembre 2020 “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da virus COVID-19. Ulteriori disposizioni”. Confermate le misure previste nella precedente Ordinanza n. 151 del 12 novembre 2020, nuove restrizioni per evitare assembramenti in strade e piazze, divieto di passeggiare in zone o aree affollate, l’accesso ai negozi e ai supermercati è previsto per una sola persona per nucleo familiare, vietato l’uso del menù cartaceo nei ristoranti e qualsiasi forma di buffet e tavoli per più di 4 persone, nuove misure riguardanti i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, ulteriori disposizioni sul trasporto pubblico e nuove indicazioni relative agli esercizi di commercio al dettaglio.

- N. 2 Ordinanze del Ministero della Salute del 27 novembre 2020 “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”. La prima Ordinanza dispone il passaggio nell’area arancione per le Regioni Calabria, Lombardia e Piemonte e nell’area gialla per le Regioni Liguria e Sicilia. La seconda Ordinanza rinnova le misure restrittive vigenti disposte con il provvedimento del 13 novembre 2020 per le Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche, che restano in zona arancione, e per le Regioni Campania e Toscana, che restano in zona rossa.

- Ordinanza del Presidente della Regione Veneto n. 159 del 27 novembre 2020 “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da virus COVID-19. Ulteriori disposizioni”. Nuove disposizioni per gli esercizi commerciali : nelle giornate prefestive, nei centri commerciali, rimangono aperte solo farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole; nei giorni festivi è vietato ogni tipo di vendita, anche in esercizi di vicinato, fatta eccezione per gli esercizi di cui sopra; confermati i limiti di capienza per gli esercizi commerciali, esercizi fino a 40 mq di superficie di vendita, 1 cliente; esercizi sopra i 40 mq di superficie di vendita, 1 cliente ogni 20 metri quadrati; all’interno a centri o parchi commerciali rispetto dei limiti d’ingresso anche con l’apposizione di strumenti contapersone o personale di controllo.

ANTINCENDIO – valutazione ATEX per impianti di produzione di calore a gas

Pubblicata dal Dipartimento dei Vigili del Fuoco in data 05/11/2020, prot. 14766, la nota “Valutazione della formazione di atmosfere potenzialmente esplosive per impianti di produzione del calore ricadenti nel campo di applicazione del DM 08/11/2019. Quesiti”.

La Nota ribadisce che indipendentemente dal luogo di installazione, gli obblighi relativi dalla valutazione delle miscele esplosive non derivino dall’applicazione del D. Lgs. 81/08, ma dalle previsioni normative del DM 08/11/2019. Pertanto ai fini del procedimento di prevenzione incendi per le attività 74 del DPR 151/2011, la relazione tecnica di cui all’allegato I del DM 07/08/2012 dovrà dimostrare l’osservanza delle specifiche disposizioni tecniche riportate nel DM 08/11/2019.

ANTINCENDIO – valutazione ATEX per impianti di produzione di calore a gas

Pubblicata dal Dipartimento dei Vigili del Fuoco in data 06/11/2020, prot. 14791, la nota “DM 13/10/1994 - Allegato tecnico - Punto 13.11 - Sorveglianza dei depositi ed attività primarie. Quesito”.

La Nota indica che se un’attività è ricompresa tra quelle di cui all’art. 3 del D. Lgs. 105/15, per l’attestazione di rinnovo periodico si seguono le procedure di cui al punto 4.1 dell’allegato L, diversamente, se ciò non accade, quelle di cui al punto 4.2 del medesimo allegato. Nella fattispecie segnalata si fa riferimento ad un gruppo elettrogeno, se risulta necessario per il funzionamento dell’impianto (lettera h, art. 3 del D. Lgs. 105/15), sarà ricompreso tra le attività che costituiscono impianto o deposito, seguendo le indicazioni di cui sopra.

LAVORO SUBORDINATO – (Rider) estensione delle tutele del lavoro organizzato tramite piattaforme digitali

Circolare del Ministero del Lavoro n. 17 del 17 novembre 2020 “Circolare in tema di tutele di lavoro dei ciclo-fattorini delle piattaforme digitali ai sensi degli articoli 2 e 47 bis e seguenti, del Decreto legislativo n. 81/2015”.

La Nota chiarisce le tutele in materia di lavoro riconosciute ai ciclo-fattorini delle piattaforme digitali. I riders non possono essere retribuiti in base alle consegne effettuate, ma hanno diritto a un compenso minimo orario parametrato ai minimi tabellari stabiliti dai CCNL stipulati dalle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale. Inoltre, il contratto di collaborazione con il rider autonomo va stipulato in forma scritta. Ed infine a questa categoria di lavoratori va riconosciuta l’applicazione della disciplina antidiscriminatoria stabilita per i lavoratori subordinati.

ISS – prevenzione e risposte al Covid-19 nel periodo autunno-invernale

L’Istituto Superiore della Sanità ha pubblicato la Nota tecnica ad interim “Esecuzione dei test diagnostici nello studio dei Pediatri di Libera Scelta e dei Medici di Medicina Generale. Aggiornata all’8 novembre 2020”. La nota tecnica fornisce gli elementi essenziali per lo svolgimento in sicurezza dei test rapidi antigenici che verranno effettuati presso gli studi medici o presso le strutture individuate come idonee in collaborazione con le locali Autorità sanitarie e civili.

INAIL – termometri IR

Inail ha pubblicato la scheda informativa “Valutazione della temperatura corporea con termometri IR durante la pandemia da nuovo Coronavirus SARS-CoV-2: indicazioni d’uso e cautele”.

La fact sheet fornisce indicazioni per usare in modo corretto i termometri infrarossi, che sono strumenti portatili per misurare la temperatura a distanza. La giusta distanza tra il termometro e la zona del corpo di cui si vuole misurare il livello termico è fondamentale per la precisione della temperatura rilevata. Infatti, più ci si allontana dal soggetto da monitorare, minore è la quantità di radiazione termica raccolta e analizzata dal termometro, perché la dispersione termica aumenta con la distanza. Per rilevare la temperatura in modo corretto, suggerisce la scheda, è sufficiente porsi a una distanza variabile da 1 a 5 cm. Se fronte, collo e polso sono le superfici indicate per la rilevazione della temperatura, sarebbe opportuno allestire un’area protetta lasciando acclimatare il soggetto per qualche minuto all’ambiente in cui avviene la misurazione. Tenendo presente che soggetti sintomatici o paucisintomatici potrebbero non avere il sintomo della febbre, è determinante la responsabilità individuale nel monitorare il proprio stato di salute.

INAIL – servizio di sorveglianza sanitaria eccezionale nei luoghi di lavoro

Inail comunica che a decorrere dal 5 novembre 2020 è di nuovo disponibile, per i datori di lavoro interessati, il servizio online per l’inoltro delle richieste di visita medica per Sorveglianza sanitaria eccezionale.

I datori di lavoro pubblici e privati interessati possono nuovamente fare richiesta di visita medica per sorveglianza sanitaria dei lavoratori e delle lavoratrici fragili, tramite l’apposito servizio online ai servizi territoriali dell’Inail.

INAIL – open data infortuni dei primi nove mesi del 2020

Pubblicati da INAIL i dati relativi alle denunce di infortunio sul lavoro presentate tra gennaio e settembre che sono state 366.598 (-21,8% rispetto allo stesso periodo del 2019), 927 delle quali con esito mortale (+18,8%). In diminuzione le patologie di origine professionale denunciate, che sono state 31.701 (-29,8%). I dati di quest’anno sono fortemente influenzati dall’emergenza Coronavirus.

INAIL – elenco dei DPI autorizzati ai produttori con la procedura di validazione in deroga

Inail, in qualità di soggetto attuatore degli interventi di protezione civile che collabora alle misure di contenimento del rischio Covid-19, è autorizzato a validare i dispositivi di protezione individuale, in via straordinaria e in deroga alle procedure ordinarie.

Disponibile nella pagina dedicata alla “Validazione in deroga DPI Covid-19” l’elenco aggiornato dei dispositivi autorizzati ai produttori. L'elenco è soggetto a costante aggiornamento per rendere noti i dispositivi autorizzati, corredati delle relative immagini.

ADR – sottoscritti accordi internazionali di deroga per il trasporto su strada di merci pericolose

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha sottoscritto alcuni Accordi Multilaterali ADR promossi in ambito internazionale, alcuni di essi sono volti a fronteggiare le problematiche connesse con la pandemia da COVID-19.

L’Accordo M329 riguarda alcune semplificazioni per il trasporto di rifiuti, in particolare per la classificazione, l’imballaggio, la marcatura e le informazioni sul documento di trasporto.

Con l’Accordo M330 è stata prolungata fino al 28 febbraio 2021 la validità dei certificati di formazione professionale dei conducenti in scadenza tra l’1 marzo e l’1 febbraio 2021. Gli autisti con il certificato scaduto potranno ugualmente circolare in tutti gli stati contraenti l’ADR che hanno siglato questo Accordo.

Gli Accordi Multilaterali valgono per i trasporti nazionali all’interno dei territori dei Paesi firmatari di ogni singolo Accordo, e per i trasporti internazionali tra i medesimi Paesi. Tutte le altre disposizioni dell’ADR devono comunque essere applicate.

INAIL – Apparecchi di sollevamento persone - Ponti mobili sviluppabili

Inail ha pubblicato “Apparecchi di sollevamento persone - Ponti mobili sviluppabili” che illustra nel dettaglio le fasi tecniche della prima verifica periodica dei ponti mobili sviluppabili, così come indicate al DM 11 aprile 2011, e le modalità di compilazione della relativa scheda e del verbale di prima verifica al fine di fornire strumenti utili e riferimenti per uniformità di comportamento sia ai tecnici delle strutture territoriali dell’Inail, soggetto titolare di questo adempimento, che a quelli dei soggetti abilitati.

INAIL – riduzione tasso per interventi di miglioramento della sicurezza nei luoghi di lavoro realizzati nel 2020

Le aziende che hanno realizzato interventi per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli obbligatori per legge, possono ottenere la riduzione del tasso medio di tariffa per prevenzione.

Per accedere alla riduzione, l’azienda deve presentare un’apposita istanza, esclusivamente in modalità telematica, attraverso la sezione servizi online disponibile sul portale Inail, entro il termine del 1 marzo 2021 indicando gli interventi prevenzionali realizzati nell’anno 2020, unitamente alla documentazione probante richiesta dall’Inail.

INAIL – rischio biologico agenti infettivi del gruppo 3

Inail ha pubblicato la scheda informativa “Misure di sicurezza per gli agenti infettivi del gruppo 3 nelle attività sanitarie” quale documento di indirizzo tecnico-scientifico nel merito della gestione della sicurezza per gli agenti infettivi del gruppo 3 nelle attività sanitarie, in relazione agli adempimenti della vigente legislazione di igiene e sicurezza in ambiente di lavoro, D. Lgs. 81/2008, con particolare riferimento alla caratterizzazione tecnica di realizzazione delle misure di sicurezza, considerando l'attuale offerta di innovazione tecnologica.

INAIL – contagi sul lavoro da Covid-19

Pubblicati da Inail i dati aggiornati al 31 ottobre, i contagi sul lavoro da Covid-19 sono 66.781, pari al 15,8% del complesso delle denunce pervenute dall’inizio dell’anno e al 9,8% dei contagiati nazionali comunicati dall’Istituto superiore di sanità (ISS) alla stessa data. I casi mortali sono 332, 13 in più rispetto al monitoraggio precedente e pari a circa un terzo del totale dei decessi denunciati dall’inizio dell’anno.

INAIL – bando Isi 2020

Pubblicato da Inail il bando Isi 2020 rivolto alle aziende che investono in sicurezza per contributi a fondo perduto, ripartiti in budget regionali e suddivisi in quattro assi di finanziamento, differenziati in base ai destinatari e alla tipologia dei progetti che saranno realizzati, possono coprire fino al 65% delle spese sostenute per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

A disposizione delle imprese 211.226.450 euro di contributi a fondo perduto ripartiti in budget regionali/provinciali e suddivisi in quattro assi di finanziamento, differenziati in base ai destinatari e alla tipologia dei progetti che saranno realizzati:

- Asse 1 (Isi Generalista): 96.226.450 euro, suddivisi in 94.226.450 euro per i progetti di investimento e due milioni per i progetti di adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.

- Asse 2 (Isi Tematica): 45 milioni di euro per progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi.

- Asse 3 (Isi Amianto): 60 milioni di euro per progetti di bonifica da materiali contenenti amianto.

- Asse 4 (Isi Micro e Piccole Imprese): 10 milioni di euro per progetti per micro e piccole imprese operanti nei settori della pesca e della fabbricazione mobili (Ateco 2007 A03.1, C31).

La presentazione delle domande di accesso agli incentivi Inail avverrà, come per i bandi precedenti, in modalità telematica, attraverso una procedura articolata in diverse fasi, le cui date saranno pubblicate nella sezione del portale dell’Inail dedicata al bando Isi entro il 26 febbraio 2021.


NORME TECNICHE – Acustica

Norma Tecnica UNI EN ISO 11203:2020

“Acustica - Rumore emesso dalle macchine e dalle apparecchiature - Determinazione dei livelli di pressione sonora al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni sulla base del livello di potenza sonora”

La norma descrive due metodi di determinazione dei livelli di pressione sonora di emissione di macchine e apparecchiature al posto di lavoro e in altre specifiche posizioni adiacenti mediante calcoli effettuati sulla base del livello di potenza sonora.

NORME TECNICHE – Carrelli industriali

Norma Tecnica UNI ISO 5053-1:2020

“Carrelli industriali - Vocabolario - Parte 1: Tipi di carrelli industriali”

La norma stabilisce la terminologia e la classificazione dei carrelli industriali, definiti: veicoli su ruote aventi almeno tre ruote con un meccanismo di azionamento motorizzato o non motorizzato - tranne quelli che si muovono su rotaie - progettati sia per trasportare, tirare, spingere, sollevare, accatastare, impilare sia per depositare su scaffali, qualsiasi tipo di carico e che sono controllati da un operatore o da un automatismo senza conducente.

NORME TECNICHE – Antincendio

Norma Tecnica UNI EN 15269-20:2020

“Applicazione estesa dei risultati di prove di resistenza al fuoco e/o controllo della dispersione del fumo per porte, sistemi di chiusura e finestre apribili e loro componenti costruttivi - Parte 20: Controllo della dispersione del fumo per porte, sistemi di chiusura, tende in tessuto manovrabili e finestre apribili”

La norma, che deve essere letta congiuntamente con la norma UNI EN 15269-1, riguarda porte, sistemi di chiusura, finestre apribili e tende in tessuto di qualsiasi materiale.

NORME TECNICHE – Antincendio

Norma Tecnica UNI EN 15004-2:2020

“Installazioni fisse antincendio - Sistemi a estinguenti gassosi - Parte 2: Proprietà fisiche e progettazione dei sistemi a estinguenti gassosi per l'agente estinguente FK-5-1-12”

La norma fornisce i requisiti specifici per i sistemi antincendio gassosi, per quanto riguarda l'agente estinguente FK-5-1-12 e include dettagli sulle sue proprietà fisiche, le specifiche, l'utilizzo e gli aspetti relativi alla sicurezza.

NORME TECNICHE – Antincendio

Norma Tecnica UNI EN 15004-4:2020

“Installazioni fisse antincendio - Sistemi a estinguenti gassosi - Parte 4: Proprietà fisiche e progettazione dei sistemi a estinguenti gassosi per l'agente estinguente HFC 125”

La norma fornisce i requisiti specifici per i sistemi antincendio gassosi, per quanto riguarda l'agente estinguente HFC 125 e include dettagli sulle sue proprietà fisiche, le specifiche, l'utilizzo e gli aspetti relativi alla sicurezza.

NORME TECNICHE – Antincendio

Norma Tecnica UNI EN 15004-5:2020

“Installazioni fisse antincendio - Sistemi a estinguenti gassosi - Parte 5: Proprietà fisiche e progettazione dei sistemi a estinguenti gassosi per l'agente estinguente HFC 227ea”

La norma fornisce i requisiti specifici per i sistemi antincendio gassosi, per quanto riguarda l'agente estinguente HFC 227ea e include dettagli sulle sue proprietà fisiche, le specifiche, l'utilizzo e gli aspetti relativi alla sicurezza.

NORME TECNICHE – Antincendio

Norma Tecnica UNI EN 15004-6:2020

“Installazioni fisse antincendio - Sistemi a estinguenti gassosi - Parte 6: Proprietà fisiche e progettazione dei sistemi a estinguenti gassosi per l'agente estinguente HFC 23”

La norma fornisce i requisiti specifici per i sistemi antincendio gassosi, per quanto riguarda l'agente estinguente HFC 23 e include dettagli sulle sue proprietà fisiche, le specifiche, l'utilizzo e gli aspetti relativi alla sicurezza.

NORME TECNICHE – vetro per edilizia

Norma Tecnica UNI EN 15998:2020

“Vetro per edilizia - Sicurezza in caso di incendio, resistenza al fuoco - Metodologia di prova del vetro a scopo di classificazione”

La norma stabilisce i metodi di prova da utilizzare per i prodotti di vetro di cui è richiesta la resistenza al fuoco. La metodologia comprende le prove iniziali di tipo (ITT) come definite nelle norme di prodotto pertinenti.

NORME TECNICHE – Attrezzature e accessori per GPL

Norma Tecnica UNI EN 12542:2020

“Attrezzature e accessori per GPL - Recipienti a pressione fissi cilindrici di acciaio saldato, prodotti in serie per lo stoccaggio di gas di petrolio liquefatto (GPL) con un volume non maggiore di 13 m³ - Progettazione e fabbricazione”

La norma specifica i requisiti per la progettazione e la fabbricazione di recipienti a pressione fissi cilindrici di acciaio saldato, prodotti in serie per lo stoccaggio di gas di petrolio liquefatto (GPL) con un volume non maggiore di 13 m3 e per l'installazione sopra o sotto terra.

NORME TECNICHE – Infrastrutture del gas

Norma Tecnica UNI 11105:2020

“Infrastrutture del gas - Giunti isolanti monoblocco per il trasporto e la distribuzione di gas naturale (16< PN ≤ 100) - Condizioni tecniche di fornitura”

La norma definisce le condizioni tecniche di fornitura, i requisiti e le caratteristiche dei giunti isolanti monoblocco con pressione massima di esercizio (MOP) pari a 10 MPa (100 bar) (pressione nominale PN ≤ 100).

NORME TECNICHE – valvole di sicurezza

Norma Tecnica UNI 11801:2020

“Prove di tipo per la valutazione delle prestazioni delle valvole di sicurezza per la protezione contro le sovrapressioni”

La norma definisce le procedure per eseguire le prove di tipo finalizzate a valutare le prestazioni delle valvole di sicurezza per la protezione contro le sovrapressioni, come specificate nelle pertinenti parti della UNI EN ISO 4126.

NORME TECNICHE – Macchine per la lavorazione del legno

Norma Tecnica UNI EN ISO 19085-10:2020

“Macchine per la lavorazione del legno - Sicurezza - Parte 10: Seghe da cantiere”

La norma fornisce i requisiti di sicurezza e le misure per le seghe da cantiere spostabili, progettate per tagliare il legno e i materiali con caratteristiche fisiche simili al legno. Essa tratta tutti i pericoli significativi, le situazioni e gli eventi pericolosi relativi alle macchine, quando utilizzate, regolate e mantenute come previsto e nelle condizioni previste dal fabbricante, compreso l'utilizzo improprio ragionevolmente prevedibile.

NORME TECNICHE – impianti a fune per il trasporto di persone

Norma Tecnica UNI EN 1709:2020

“Requisiti di sicurezza per gli impianti a fune progettati per il trasporto di persone - Prove e istruzioni per manutenzione e controlli di esercizio”

La norma stabilisce i requisiti di sicurezza che devono essere soddisfatti in relazione alle prove ed istruzioni per manutenzione e controlli di esercizio e le verifiche degli impianti a fune progettati per il trasporto di persone. È applicabile ai vari tipi di installazione via cavo e tiene conto del loro ambiente.

NORME TECNICHE – Qualificazione dei tecnici per la ricostruzione e l'analisi degli incidenti stradali

Norma Tecnica UNI 11294:2020

“Qualificazione dei tecnici per la ricostruzione e l'analisi degli incidenti stradali - Requisiti di conoscenza, abilità e competenza”

La norma definisce i requisiti necessari per svolgere l'attività professionale di tecnico per la ricostruzione e l'analisi degli incidenti stradali e contribuisce inoltre a uniformare la preparazione minima dei tecnici che si occuperanno della ricostruzione degli incidenti stradali, delle cause e concause che li hanno determinati e dei comportamenti delle persone coinvolte.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere Aggiornato

Cookie