AGGIORNAMENTO NORMATIVO AMBIENTE e SICUREZZA MAGGIO 2016
18/07/2016

AGGIORNAMENTO NORMATIVO AMBIENTE e SICUREZZA MAGGIO 2016

  

AMBIENTE

 

RIFIUTI – veicoli fuori uso

Direttiva CEE/CEEA/CE 18 maggio 2016, n. 774, recante modifica dell'allegato II della direttiva 2000/53/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa ai veicoli fuori uso.

La Commissione dell'Ue dispone la sostituzione dell'allegato II della direttiva 2000/53/CE riguardante i veicoli fuori uso.

La modifica consente ad alcuni materiali e componenti contenenti piombo, mercurio, cadmio o cromo di continuare a beneficiare di un'esenzione del divieto d'impiego, poiché l'uso di queste sostanze pericolose risulta ancora inevitabile.

 

REACH – modifiche ricorsi

Regolamento CEE/UE 25 maggio 2016, n. 823, che modifica il regolamento (CE) n. 771/2008 recante norme sull'organizzazione e sulla procedura della commissione di ricorso dell'Agenzia europea per le sostanze chimiche.

Le modifiche sono indirizzate ad offrire alle parti la possibilità di raggiungere una soluzione amichevole, snellire la procedura d'intervento, agevolare l'accesso alla giustizia e ridurre i costi dei procedimenti.

 

GAS EFFETTO SERRA ED ALTRI ARGOMENTI – Autorizzazione alla ratifica di accordi in materia ambientale

Pubblicata la Legge 3 maggio 2016, n. 79 per la ratifica ed esecuzione dei seguenti accordi in materia ambientale:

-Emendamento di Doha al Protocollo di Kyoto che prevede obiettivi vincolanti di riduzione delle emissioni. In particolare l’Unione europea con ciascuno Stato membro e l’Islanda hanno sottoscritto una riduzione delle emissioni di gas a effetto serra del 20 per cento rispetto ai livelli del 1990.

-Accordo tra l’Unione europea e i suoi Stati membri da una parte, e Islanda dall’altra, per quanto concerne la partecipazione dell’Islanda all’adempimento congiunto degli impegni dell’Unione europea, dei suoi Stati membri, e dell’Islanda per il secondo periodo di impegno del Protocollo di Kyoto.

-Protocollo riguardante la cooperazione in materia di prevenzione dell’inquinamento provocato dalle navi e, in caso di situazione critica, di lotta contro l’inquinamento del mare Mediterraneo.

-Decisione recante emendamento alla Convenzione di Espoo. L’emendamento serve a precisare che il pubblico autorizzato a partecipare alle procedure previste dalla Convenzione include anche la società civile, in particolare le organizzazioni non governative.

-Protocollo sulla valutazione ambientale strategica in un contesto transfrontaliero.

 

AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE – modulistica

Circolare Ministeriale 25 maggio 2016, n. 14119 “Conduzione di verifiche inerenti la rilevanza ai fini VIA di interventi su installazioni soggette ad AIA statale per i quali è richiesto aggiornamento dell'autorizzazione all'esercizio”.

La norma integra i formati da utilizzare per presentare le comunicazioni ed istanze relative a modifiche di istallazioni soggette ad AIA statale, non già sottoposte a procedure di VIA, con una sezione dedicata a mettere in evidenza le motivazioni per le quali il gestore ritiene non sussistere la possibilità di effetti negativi significativi sull’ambiente connessi con la realizzazione del progetto.

 

RIFIUTI – ottimizzazione sistri attuale

Decreto Ministeriale 30 marzo 2016, n. 78 “Regolamento recante disposizioni relative al funzionamento e ottimizzazione del sistema di tracciabilità dei rifiuti in attuazione dell'articolo 188-bis, comma 4-bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152”.

In sostanza trattasi di un decreto di riordino delle disposizioni esistenti in attesa del nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti previsto dall’articolo 11, comma 9-bis, del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 101.

 

RIFIUTI – Albo Naz. Gestori Ambientali (Affido d'azienda)

Con la Circolare n. 536 del 27 maggio 2016 il Comitato Nazionale ha fornito chiarimenti in merito alla propria delibera n. 7 del 25 novembre 2014 (relativa alle “variazioni di iscrizione all’Albo”), ritenendo che tra i casi disciplinati dalla medesima Delibera possa essere annoverato anche quello di affitto d’azienda o di ramo d’azienda, e specificando le condizioni di durata dei relativi titoli giuridici.

 

TUTELA ATMOSFERA – aggiornamento piano Regione Veneto

Delibera Consiglio Reg. Veneto 19 aprile 2016, n. 90 “Aggiornamento del Piano regionale di tutela e risanamento dell'atmosfera (PRTRA)”.

Il Piano é composto da:

- Allegato A: Documento di Piano

- Allegato B: Rapporto Ambientale

- Allegato C: Rapporto Ambientale (Sintesi non tecnica)

- Allegato D: Normativa generale

Sostituisce il precedente PRTRA (approvato con Deliberazione del Consiglio Regionale del Veneto n. 57 del 11/11/2004).

Il Piano contiene una serie di misure di carattere programmatico relative a varie potenziali fonti di emissione, quali gli impianti che utilizzano biomasse, il settore industriale, il trasporto di merci e di passeggeri ed i cantieri di costruzioni, che necessitano di successivi provvedimenti applicativi.

Gli obiettivi operativi del Piano di principale interesse per il settore industriale sono:

- Utilizzazione delle biomasse in impianti industriali (riduzione degli inquinanti: PM10, PM2,5, NO2, Benzo(a)pirene, precursori dell’ozono)

- Settore industriale: margini d’intervento sui piccoli impianti (le azioni individuate mirano alla riduzione dell’inquinamento atmosferico ad opera di impianti di piccole dimensioni attraverso un intervento sulla disciplina autorizzatoria e prescrittiva di tali impianti)

- Contenimento dell’inquinamento industriale e da impianti di produzione energetica (per impianti che esercitano un maggiore impatto sull’ambiente che coincidono in particolare con le attività soggette al rilascio dell’A.I.A. e impianti che appartengono a distretti produttivi che esercitano impatti significativi sulla qualità dell’aria)

 

EMISSION TRADING – integrazione comunicazioni

Comitato Emission Trading, Delibera 24/2016 del 13 maggio 2016 “Integrazione delle informazioni contenute nella comunicazione delle emissioni 2015 per i gestori degli impianti stazionari e gli operatori aerei che hanno utilizzato il modello di cui alle delibere 3/2014 e 7/2014”.

 

REGISTRO PILE ED ACCUMULATORI – nuovo sistema informatico

Notizia tratta dal sito www.registropile.it : il sistema informatico del Registro Pile è stato rinnovato, a partire dal 16 maggio sarà disponibile una nuova versione della piattaforma telematica del Registro nazionale dei produttori di pile ed accumulatori.

Sono disponibili i manuali aggiornati.

 

 

SICUREZZA

 

ANTINCENDIO – adeguamento edifici scolastici

Decreto Ministeriale 12 maggio 2016 “Prescrizioni per l'attuazione, con scadenze differenziate, delle vigenti normative in materia di prevenzione degli incendi per l'edilizia scolastica”.

Il Decreto indica i termini massimi per l'adeguamento antincendio degli edifici scolastici e dei locali adibiti a scuole esistenti al 26/05/2016, quando è necessario richiedere la SCIA e le strutture esentate dall'obbligo di adeguamento.

 

IMPIANTI A FUNE – prescrizioni per l’esercizio e la manutenzione

Decreto dirigenziale Ministeriale (Ministero delle infrastrutture e dei trasporti) n. 144 del 18maggio 2016 di adeguamento delle norme nazionaliallelucedellenorme europee e all'evoluzione tecnica nel campo dei controlli delle funi.

 

VALUTAZIONE RISCHI – rischio chimico nei siti contaminati

Il Ministero dell’Interno con Interpello N. 9/2016, in merito alla valutazione dei rischi da agenti chimici presenti sul luogo di lavoro ubicati all’interno di siti contaminati, indica che l’utilizzo del manuale operativo “Il rischiochimico per i lavoratori nei siti contaminati” redatto dall’Inail nel2014 possacostituireunvalido riferimento per la relativa valutazione dei rischi in tale tipologia di siti e soddisfi la previsione normativa.

 

ATEX – conformità materiali

D. Lgs. Governo 19 maggio 2016, n. 85 concernente l'armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri degli apparecchi e sistemi di protezione destinati ad essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva in attuazione della direttiva 2014/34/UE.

Prevede l’aggiornamento delle norme tecniche di riferimento per la sicurezza di apparecchi e sistemi di protezione.

 

APPARECCHI A PRESSIONE – conformità materiali

D. Lgs. Governo 19 maggio 2016, n. 82 contenente modifiche al decreto legislativo 27 settembre 1991, n. 311, in l'attuazione alla direttiva 2014/29/UE concernente l'armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla messa a disposizione sul mercato di recipienti semplici a pressione.

Prevede l’aggiornamento delle norme tecniche di riferimento per la sicurezza di recipienti semplici a pressione.

 

COMPATIBILITA’ ELETTROMAGNETICA – conformità materiali

D. Lgs. Governo 26 maggio 2016, n. 80 contenente modifiche al decreto legislativo 6 novembre 2007, n. 194, in attuazione alla direttiva 2014/30/UE concernente l'armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla compatibilità elettromagnetica delle apparecchiature.

 

IMPIANTI ELETTRICI – conformità materiali

D. Lgs. Governo 19 maggio 2016, n. 86 concernente l'armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri per la messa a disposizione sul mercato del materiale elettrico destinato ad essere adoperato entro taluni limiti di tensione in attuazione della direttiva 2014/35/UE.

Prevede l’aggiornamento delle norme tecniche di riferimento per la sicurezza di materiale elettrico.

 

 

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere Aggiornato

Cookie