AGGIORNAMENTO NORMATIVO AMBIENTE e SICUREZZA GENNAIO 2021
18/02/2021

AGGIORNAMENTO NORMATIVO AMBIENTE e SICUREZZA GENNAIO 2021

AMBIENTE

RIFIUTI – nuovi formati per la comunicazione dei dati sul riutilizzo

Decisione di esecuzione (UE) 2021/19 della Commissione del 18 dicembre 2020 che stabilisce una metodologia comune e un formato per la comunicazione di informazioni in materia di riutilizzo a norma della direttiva 2008/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio.

Stabiliti, con la Decisione, i nuovi formati (Formato sui dati qualitativi e Formato sui dati quantitativi del riutilizzo dei rifiuti) che gli Stati membri devono utilizzare per la comunicazione dei dati sul riutilizzo dei rifiuti ai sensi della direttiva 2008/98/CE, che detta la metodologia comune per la comunicazione delle informazioni (da trasmettere annualmente ai sensi dell'art. 4 par. 9 della Direttiva) al fine di monitorare l'attuazione delle misure a livello europeo.

CAM – di lavaggio industriale e noleggio di tessili

Decreto del Ministero dell'Ambiente del 9 dicembre 2020 “Criteri ambientali minimi per l'affidamento del servizio di lavaggio industriale e noleggio di tessili e materasseria”.

Con il Decreto vengono adottati i Criteri minimi ambientali per il servizio di “lava-nolo”, applicabili al noleggio e ricondizionamento di tessile piano (tovaglie, lenzuola, teli per il settore sanitario, per la ristorazione, per le altre strutture assistenziali, detentive etc.), indumenti da lavoro, indumenti ad alta visibilità e dispositivi di protezione individuale, teli e camici di diverse dimensioni, materasseria, compreso dispositivi medici sterili.

ENERGIA – immissione in consumo di biocarburanti

Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 30 dicembre 2020 “Aggiornamento del decreto 10 ottobre 2014, relativamente all'obbligo di immissione in consumo di biocarburanti compresi quelli avanzati”.

Modifica del D.M. del 10 ottobre 2014 che aggiorna le condizioni, i criteri e le modalità di attuazione dell’obbligo di immissione in consumo di biocarburanti, compresi quelli avanzati.

ACQUE – Cromo esavalente nelle acque destinate al consumo umano

Decreto del Ministero della Salute del 7 gennaio 2021 “Posticipo dell'entrata in vigore del decreto 14 novembre 2016, concernente modifiche all'allegato I del decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31, recante: "Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano".

Prorogata al 30 giugno 2021, l’entrata in vigore del D.M. 14 novembre 2016 in materia di acque destinate al consumo umano, su parere della Direzione generale della prevenzione sanitaria con nota prot. 20989 del 16 giugno 2020 e con nota prot. 36327 del 9 novembre 2020, che ha ritenuto essenziale posticipare l'applicazione del Decreto al fine di consentire una corretta valutazione e gestione del rischio e una appropriata pianificazione degli interventi futuri nel breve-medio periodo, in riferimento ai valori del parametro cromo ed ai possibili effetti di cancerogenesi.

OLI MINERALI USATI – modifiche al contributo CONOU

Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 21 gennaio 2021 “Modalità e termini di accertamento, riscossione e versamento del contributo dovuto dalle imprese partecipanti al Consorzio nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati”.

Il Decreto stabilisce nuove modalità dei termini di accertamento e riscossione del contributo dovuto dalle imprese partecipanti al Consorzio nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati.

Sono soggetti al contributo:
- gli oli lubrificanti destinati ad essere utilizzati nel territorio dello Stato, con esclusione di quelli destinati a subire processi di trasformazione da cui derivino prodotti finiti che non danno luogo a oli usati
- gli oli lubrificanti contenuti in prodotti che, in relazione alla funzione a cui sono espressamente rivolti, sono destinati a essere raccolti al termine del loro ciclo di vita come oli usati per il successivo corretto trattamento.

RIFIUTI – revisione della metodologia dei fabbisogni standard

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 11 dicembre 2020 “Revisione della metodologia dei fabbisogni standard dei comuni delle regioni a statuto ordinario per il servizio smaltimento rifiuti”.

Con il decreto viene adottata la nota metodologica relativa alla revisione della metodologia dei fabbisogni standard dei comuni delle regioni a statuto ordinario per il servizio di smaltimento dei rifiuti, in base all’art. 6 del D. Lgs. 216/2010. La nota metodologica di revisione è allegata al decreto e ne costituisce parte integrante.

BONIFICHE – finanziamenti per i siti orfani

Decreto del Ministero dell'Ambiente del 29 dicembre 2020 “Programma nazionale di finanziamento degli interventi di bonifica e ripristino ambientale dei siti orfani”.

Il Decreto disciplina i criteri e le modalità di trasferimento ai soggetti beneficiari (Regioni e provincie autonome) delle risorse per l’attuazione degli interventi di bonifica e ripristino ambientale dei siti orfani.

Per “sito orfano” si intende:
- il sito potenzialmente contaminato in cui non è stato avviato o si è concluso il procedimento di cui all’art. 244 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, ovvero di cui all’art. 8 del decreto ministeriale 25 ottobre 1999, n. 471, per il quale il responsabile dell’inquinamento non è individuabile o non provvede agli adempimenti previsti dal titolo V, parte quarta, del medesimo decreto legislativo, ovvero agli adempimenti previsti dal decreto ministeriale 1° marzo 2019, n. 46, e non provvede il proprietario del sito ne’ altro soggetto interessato
- sito rispetto al quale i soggetti di cui agli articoli 242 e 245 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, dopo avere attivato le procedure previste dal titolo V, parte quarta, del medesimo decreto legislativo, non concludono le attività e gli interventi.

RIFIUTI – Deposito nazionale dei rifiuti radioattivi

La Sogin, con il nulla osta del Ministero dello sviluppo economico e del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, ha pubblicato sul sito www.depositonazionale.it, la Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee (CNAPI), il progetto preliminare e tutti i documenti correlati alla realizzazione del Deposito nazionale dei rifiuti radioattivi e del Parco tecnologico, che permetterà di sistemare in via definitiva i rifiuti radioattivi italiani di bassa e media attività.

INAIL – suoli contaminati da amianto e telerilevamento di superfici contenenti amianto

Pubblicati da INAIL due nuovi factsheet :
- "Analisi e gestione dei suoli contaminati da amianto", incentrato sui metodi analitici tradizionali e innovativi per l'analisi dei suoli contenenti amianto, rappresenta uno strumento utile innanzitutto per gli addetti al campionamento e alle analisi di laboratorio, ma anche per gli altri operatori addetti alla gestione di tali suoli e gli amministratori locali e i cittadini che vogliono informarsi su tale problematica.
- "Superfici contenenti amianto: il telerilevamento per una mappatura in sicurezza", una disamina su piattaforme, i sensori, gli algoritmi e le principali tecniche per l'identificazione e il riconoscimento delle superfici in CA da remoto. Il documento illustra, inoltre, le varie criticità che si possono presentare nell'acquisizione e nel processamento dei dati da remoto, siano essi riferibili alla presenza di amianto di origine antropica che naturale.

EMISSIONI IN ATMOSFERA – dati Istat 2008-2018

L’Istat, il 20 gennaio 2021, ha reso disponibili i dati delle Emissioni atmosferiche NAMEA (National Accounts Matrix including Environmental Accounts, ovvero “matrice di conti economici nazionali integrata con conti ambientali”) riferiti agli anni 2008-2018 e con una stima provvisoria delle emissioni di gas climalteranti per l’anno 2019.

NORME TECNICHE – Acustica

Norma Tecnica UNI EN ISO 11690-1:2021

“Acustica - Raccomandazioni pratiche per la progettazione di ambienti di lavoro a basso livello di rumore contenenti macchine - Parte 1: Strategie per il controllo del rumore”

La norma delinea le strategie da utilizzare per affrontare i problemi di rumore nei luoghi di lavoro esistenti e pianificati, descrivendo i concetti di base nel controllo del rumore (riduzione del rumore, emissione di rumore, immissione del rumore ed esposizione al rumore). È applicabile a tutti i tipi di luoghi di lavoro e a tutti i tipi di sorgenti sonore che si incontrano nei luoghi di lavoro, comprese le attività umane.

Comprende quelle importanti strategie da adottare quando si acquista una nuova macchina o attrezzatura.

La norma tratta esclusivamente il suono udibile.

NORME TECNICHE – Acustica

Norma Tecnica UNI EN ISO 11690-2:2021

“Acustica - Raccomandazioni pratiche per la progettazione di ambienti di lavoro a basso livello di rumore contenenti macchine - Parte 2: Provvedimenti per il controllo del rumore”

La norma specifica gli aspetti tecnici del controllo del rumore nei luoghi di lavoro. Sono indicate le varie misure tecniche, sono descritte le relative grandezze acustiche, è discussa l'entità della riduzione del rumore e sono delineati i metodi di verifica.

La norma tratta esclusivamente il suono udibile.

NORME TECNICHE – Acustica

Norma Tecnica UNI EN ISO 12999-1:2021

“Acustica - Determinazione e applicazione dell'incertezza di misurazione nell'acustica in edilizia - Parte 1: Isolamento acustico”

La norma specifica le procedure per la valutazione dell'incertezza di misurazione dell'isolamento acustico nell'acustica in edilizia. Esso prevede:
- una valutazione dettagliata dell'incertezza
- una determinazione delle incertezze da prove tra laboratori
- un'applicazione di incertezze.

Inoltre, vengono fornite incertezze tipiche per quantità determinate secondo le ISO 10140 (tutte le parti), le ISO 16283 (tutte le parti) e le ISO 717 (tutte le parti).


SICUREZZA

RISCHIO BIOLOGICO – cronologia provvedimenti Covid-19

- Ordinanza del Ministero della Salute del 2 gennaio 2021 “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”. Differimento del termine previsto per la riapertura degli impianti nei comprensori sciistici agli sciatori amatoriali al 18/01/2021.

- Ordinanza del Presidente della Regione Veneto n.2 del 4 gennaio 2021 “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da virus COVID-19. Ulteriori disposizioni”. Contiene misure di prevenzione per l’attività scolastica e per il trasporto pubblico locale.

- Decreto Legge n. 1 del 5 gennaio 2021 “Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”. Il Decreto introduce nuove misure restrittive per il periodo delle festività per contenere la diffusione del virus.

- Ordinanza del Ministero della Salute del 8 gennaio 2021 “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 per la Regione Emilia Romagna - Sicilia - Lombardia - Veneto - Calabria”. Collocate in area arancione le Regioni Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto.

- Circolare del Ministero della Salute n. 705 del 8 gennaio 2021 “Aggiornamento della definizione di caso COVID-19 e strategie di testing”. Aggiornamenti sulla definizione di caso ai fini della sorveglianza e sulla strategia di testing e screening.

- Ordinanza del Ministero della Salute del 9 gennaio 2021 “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”. Previsto, in linea generale, il divieto di ingresso in Italia per coloro che abbiano soggiornato/transitato in Regno Unito nei 14 giorni precedenti al tentativo di ingresso in Italia.

- Circolare del Ministero della Salute n. 818 del 11 gennaio 2021 “Indicazioni emergenziali connesse ad epidemia SARS-CoV-2 riguardanti il settore funebre, cimiteriale e della cremazione - Versione 11 gennaio 2021”. Aggiornamento e sistematizzazione delle indicazioni e delle cautele per la gestione dei defunti interessati dal Covid-19.

- Decreto Legge n. 2 del 14 gennaio 2021 “Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 e di svolgimento delle elezioni per l'anno 2021”. Deliberata la proroga, fino al 30 aprile 2021, dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19.

- Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 gennaio 2021: Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, recante "Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19", del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante "Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19", e del decreto-legge 14 gennaio 2021 n. 2, recante "Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 e di svolgimento delle elezioni per l'anno 2021". Contiene la conferma delle misure restrittive precedentemente definite oltre a misure legate al tema della sicurezza sul lavoro, riconducibili in sintesi all'utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie, alla sanificazione degli ambienti di lavoro, al ricorso al lavoro agile, alla riorganizzazione delle attività formative professionali. Le misure sono in vigore dal 17 gennaio, fino al 5 marzo 2021.

- N. 4 Ordinanze del Ministero della Salute del 16 gennaio 2021 “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”. Le Ordinanze, collocano in area arancione le Regioni Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria e Valle d'Aosta e in area rossa le Regioni Lombardia, Sicilia e la Provincia Autonoma di Bolzano.
- Ordinanza del Ministero della Salute del 16 gennaio 2021 “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”. Previsto, in linea generale, il divieto di ingresso in Italia per coloro che abbiano soggiornato/transitato in Brasile nei 14 giorni precedenti al tentativo di ingresso in Italia.

- N. 3 Ordinanze del Ministero della Salute del 22 gennaio 2021 “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”. Le Ordinanze, collocano in area arancione le Regioni Lombardia e Sardegna e confermano sempre in area arancione Calabria, Emilia Romagna e Veneto.

- Decreto del Ministro per la Pubblica Amministrazione del 20 gennaio 2021 “Proroga delle misure per il lavoro agile nella pubblica amministrazione nel periodo emergenziale”. Proroga al 30 aprile 2021 delle modalità organizzative, dei criteri e principi in materia di flessibilità del lavoro pubblico e di lavoro agile stabiliti dal decreto ministeriale 19 ottobre 2020.

- Legge n. 6 del 29 gennaio 2021 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 18 dicembre 2020, n. 172, recante ulteriori disposizioni urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus COVID-19”. Conversione in legge, con modificazioni, del DL n. 172 del 18 dicembre 2020.

- N. 2 Ordinanze del Ministero della Salute del 29 gennaio 2021 “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”. Le Ordinanze, collocano in area gialla le Regioni Calabria, Emilia Romagna, Lombardia e Veneto, mentre in area arancione Sicilia e Provincia autonoma di Bolzano, oltre a confermare sempre in area arancione Puglia e Umbria.

- Ordinanza del Ministero della Salute del 16 gennaio 2021 “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”. Prorogato al 15 febbraio 2021 il divieto di ingresso in Italia per coloro che abbiano soggiornato/transitato in Brasile nei 14 giorni precedenti al tentativo di ingresso in Italia.

- Accordo della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Provincie autonome di Trento e Bolzano del 25 gennaio 2021 “Accordo, ai sensi dell'articolo 4, comma 1, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sul documento “Piano strategico-operativo nazionale di preparazione e risposta a una pandemia influenzale (PanFlu 2021-2023)”. Contiene in allegato il Piano strategico-operativo nazionale di preparazione e risposta a una pandemia influenzale (PanFlu 2021-2023).

SORVEGLIANZA SANITARIA – allegato 3B sospensione dell’invio

Circolare del Ministero della Salute n. 1330 del 14 gennaio 2021 “Sospensione dei termini relativi agli adempimenti previsti dell’art. 40 (1) del D.lgs. 81/2008”.

Il Ministero comunica che data l’attuale situazione emergenziale che non consente il congruo invio dei dati né una loro elaborazione critica e conseguente pubblicazione, si ritiene opportuno sospendere l’invio dell’allegato 3B per tutto il 2021.

FORMAZIONE – addetti al primo soccorso aziendale

Circolare del Ministero della Salute n. 499 del 7 gennaio 2021 “Indicazioni emergenziali per il contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nelle operazioni di primo soccorso e per la formazione in sicurezza dei soccorritori – Integrazione”.

La circolare chiarisce che i corsi di formazione per il primo soccorso – BLSD sono pertanto assimilabili a quelli consentiti dal DPCM 3 dicembre 2020, art. 1, comma 10, lettera s) e specifica che la formazione continua del personale sanitario dei sistemi di emergenza territoriale non può essere sospesa o rimandata, per evidenti motivi di mantenimento della capacità operative, per di più, il possesso del titolo rilasciato a fine corso rappresenta per alcuni profili professionali requisito necessario per la presa di servizio.

CAM – di lavaggio industriale e noleggio di tessili.

Decreto del Ministero dell'Ambiente del 9 dicembre 2020 “Criteri ambientali minimi per l'affidamento del servizio di lavaggio industriale e noleggio di tessili e materasseria”.

Con il Decreto vengono adottati i Criteri minimi ambientali applicabili al noleggio e ricondizionamento di tessile piano (tovaglie, lenzuola, teli per il settore sanitario, per la ristorazione, per le altre strutture assistenziali, detentive etc.), indumenti da lavoro, indumenti ad alta visibilità e dispositivi di protezione individuale, teli e camici di diverse dimensioni, materasseria, compreso dispositivi medici sterili.

GAS TOSSICI – Revisione delle patenti di abilitazione per l'impiego

Decreto del Ministero della Salute del 23 dicembre 2020 “Revisione delle patenti di abilitazione per l'impiego dei gas tossici rilasciate o revisionate nel periodo 1° gennaio - 31 dicembre 2016”.

Con il Decreto viene disposta la revisione delle patenti di abilitazione alle operazioni relative all'impiego dei gas tossici rilasciate o revisionate nel periodo 1 gennaio - 31 dicembre 2016. La patente di abilitazione alle operazioni relative all'impiego di gas tossici è infatti soggetta a revisione periodica quinquennale e scade dunque nel 2021 per quelle rilasciate nel 2016, ai sensi del regio decreto 9 gennaio 1927, n. 147.

PATENTE DI GUIDA – proroga prova di controllo delle cognizioni

Circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 272 del 5 gennaio 2021 “Art. 12, co. 6, DL n. 183 del 31.12.2020 - proroga del termine per sostenere la prova di controllo delle cognizioni”.

Con la Circolare si dispone che, in ossequio al dettato dell’art. 12, co. 6, del DL n. 183/2020, il termine semestrale di cui all'articolo 122, co. 1, CDS, per sostenere la prova di controllo delle cognizioni di cui all'articolo 121, co. 1, CDS, è prorogato di ulteriori sei mesi per tutte le domande presentate e accettate a decorrere dal 1 gennaio 2020.

PATENTE DI GUIDA – riepilogo dei termini di validità

Circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 2143 del 21 gennaio 2021 “Proroga dei termini di validità delle abilitazioni alla guida e dei documenti necessari per il loro rilascio o conferma di validità, ai sensi dell'articolo 103 del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 e successive modificazioni - art. 1, co. 1, decreto legge n. 2 del 14 gennaio 2021”.

Alla luce della proroga della fine dello stato di emergenza fissata al 30 aprile 2021, la circolare ha aggiornato tutte le proroghe delle scadenze delle patenti, CQC, certificati ADR e altre abilitazioni al prossimo 29 luglio 2021.

VIOLENZA E MOLESTIE SUL LAVORO – ratificata la Convenzione OIL

Legge n. 4 del 15 gennaio 2021 “Ratifica ed esecuzione della Convenzione dell'Organizzazione internazionale del lavoro n. 190 sull'eliminazione della violenza e delle molestie sul luogo di lavoro, adottata a Ginevra il 21 giugno 2019 nel corso della 108ª sessione della Conferenza generale della medesima Organizzazione”.

Con la Legge è stata ratificata e resa esecutiva la Convenzione dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro n. 190 sull'eliminazione della violenza e delle molestie sul luogo di lavoro, adottata a Ginevra il 21 giugno 2019. La Convenzione ha l’obiettivo della protezione di ogni lavoratore di ogni tipologia e settore ed il contrasto alla violenza che si verifichi “in occasione di lavoro, in connessione con il lavoro o che scaturiscano dal lavoro”.

Ratificando la convenzione gli Stati Membri sono tenuti ad adottare leggi che garantiscano il diritto alla parità e alla non discriminazione, a proibire la violenza e le molestie sul lavoro, a promuovere interventi contro la violenza.

INAIL – test diagnostici SARS-CoV-2

Disponibile online sul sito dell’INAIL il tutorial sui test diagnostici utilizzati per individuare l’infezione da SARS-CoV-2, molecolari, sierologici o antigenici che sono strumenti indispensabili per prevenire e contenere la diffusione del contagio da SARS-CoV-2. Nel video, le informazioni per comprenderne le diverse funzioni e utilizzarli in modo corretto.

INAIL – open data infortuni dei primi undici mesi del 2020

Pubblicati da INAIL i dati relativi alle denunce di infortunio sul lavoro presentate tra gennaio e settembre che sono state 492.150 (-16,7% rispetto allo stesso periodo del 2019), 1.151 delle quali con esito mortale (+15,4%). In diminuzione le patologie di origine professionale denunciate, che sono state 40.926 (-27,6%). I dati di quest’anno sono fortemente influenzati dall’emergenza Coronavirus.

INAIL – suoli contaminati da amianto e telerilevamento di superfici contenenti amianto

Pubblicate da INAIL due nuovi factsheet :

- "Analisi e gestione dei suoli contaminati da amianto", incentrato sui metodi analitici tradizionali e innovativi per l'analisi dei suoli contenenti amianto, rappresenta uno strumento utile innanzitutto per gli addetti al campionamento e alle analisi di laboratorio, ma anche per gli altri operatori addetti alla gestione di tali suoli e gli amministratori locali e i cittadini che vogliono informarsi su tale problematica
- "Superfici contenenti amianto: il telerilevamento per una mappatura in sicurezza", una disamina su piattaforme, i sensori, gli algoritmi e le principali tecniche per l'identificazione e il riconoscimento delle superfici in CA da remoto. Il documento illustra, inoltre, le varie criticità che si possono presentare nell'acquisizione e nel processamento dei dati da remoto, siano essi riferibili alla presenza di amianto di origine antropica che naturale.

INAIL – contagi sul lavoro da Covid-19

Pubblicati da INAIL i dati aggiornati al 31 dicembre, i contagi sul lavoro da Covid-19 in più rispetto al monitoraggio del mese precedente sono quasi 26.762, di cui 16.991 riferiti a dicembre, 7.901 a novembre e altri 1.599 a ottobre. Oltre 75mila denunce, pari al 57,6% del totale, sono concentrate nel trimestre ottobre-dicembre contro le circa 50mila (38,5%) del trimestre marzo-maggio. Novembre, in particolare, con quasi 36mila denunce è il mese del 2020 col maggior numero di casi segnalati all’INAIL.

NORME TECNICHE – Covid-19 Linee guida per il comparto turistico

Norma Tecnica UNI/PdR n. 95.0:2021

“Linee guida relative alle misure per il contenimento del rischio di contagio da COVID-19 del comparto turistico”

La prassi di riferimento (PdR), ha l'obiettivo di definire delle linee guida sulle soluzioni da attuare nel comparto turistico, per garantire la sicurezza dei lavoratori e dei consumatori, nella prevenzione del contagio da COVID-19.

NORME TECNICHE – Covid-19 Linee guida per strutture termali

Norma Tecnica UNI/PdR n. 95.5:2021

“Linee guida relative alle misure per il contenimento del rischio di contagio da COVID-19 del comparto turistico - Strutture termali”

La prassi di riferimento (PdR), ha l'obiettivo di definire delle linee guida sulle soluzioni da attuare nelle strutture termali a tutela della sicurezza dei lavoratori ed utenti, riducendo il rischio di contagio da COVID-19.

NORME TECNICHE – Covid-19 Linee guida per autobus turistici

Norma Tecnica UNI/PdR n. 95.6:2021

“Linee guida relative alle misure per il contenimento del rischio di contagio da COVID-19 del comparto turistico - Imprese di noleggio autobus con conducente (autobus turistici)”

La prassi di riferimento (PdR), definisce delle linee guida sulle soluzioni da attuare nelle imprese turistiche di noleggio autobus con conducente per garantire la sicurezza dei lavoratori e dei consumatori, nella prevenzione del contagio da COVID-19.

NORME TECNICHE – DPI

Norma Tecnica UNI EN 13274-4:2021

“Apparecchi di protezione delle vie respiratorie - Metodi di prova - Parte 4: Prova alla fiamma”

La norma specifica metodi per prove alla fiamma da applicare agli apparecchi di protezione delle vie respiratorie.

NORME TECNICHE – Apparecchi di sollevamento

Norma Tecnica UNI ISO 4310:2021

“Apparecchi di sollevamento - Codice e metodi di prova”

La norma stabilisce le prove, le ispezioni ed i procedimenti da seguire al fine di verificare la conformità di un apparecchio di sollevamento alle proprie finalità operative e la sua capacità di sollevare carichi predeterminati (vedere ISO 7363).

NORME TECNICHE – Apparecchi di sollevamento

Norma Tecnica UNI ISO 7296-2:2021

“Apparecchi di sollevamento - Segni grafici - Parte 2: Gru mobili”

La norma stabilisce i segni grafici da usare sui comandi dell'operatore e su altri indicatori delle gru mobili come definite dalla UNI ISO 4306-2.

NORME TECNICHE – Sicurezza del macchinario

Norma Tecnica UNI EN 1837:2021

“Sicurezza del macchinario - Illuminazione integrata alle macchine”

La norma specifica i parametri dei sistemi di illuminazione integrata, progettati per illuminare all'interno e/o sulle macchine stazionarie e mobili, per consentire l'uso sicuro della macchina e la conduzione efficiente del compito visivo che l'operatore deve svolgere all'interno e/o sulla macchina.

NORME TECNICHE – Acustica

Norma Tecnica UNI EN ISO 11690-1:2021

“Acustica - Raccomandazioni pratiche per la progettazione di ambienti di lavoro a basso livello di rumore contenenti macchine - Parte 1: Strategie per il controllo del rumore”

La norma delinea le strategie da utilizzare per affrontare i problemi di rumore nei luoghi di lavoro esistenti e pianificati, descrivendo i concetti di base nel controllo del rumore (riduzione del rumore, emissione di rumore, immissione del rumore ed esposizione al rumore). È applicabile a tutti i tipi di luoghi di lavoro e a tutti i tipi di sorgenti sonore che si incontrano nei luoghi di lavoro, comprese le attività umane.

Comprende quelle importanti strategie da adottare quando si acquista una nuova macchina o attrezzatura.

La norma tratta esclusivamente il suono udibile.

NORME TECNICHE – Acustica

Norma Tecnica UNI EN ISO 11690-2:2021

“Acustica - Raccomandazioni pratiche per la progettazione di ambienti di lavoro a basso livello di rumore contenenti macchine - Parte 2: Provvedimenti per il controllo del rumore”

La norma specifica gli aspetti tecnici del controllo del rumore nei luoghi di lavoro. Sono indicate le varie misure tecniche, sono descritte le relative grandezze acustiche, è discussa l'entità della riduzione del rumore e sono delineati i metodi di verifica.

La norma tratta esclusivamente il suono udibile.

NORME TECNICHE – Acustica

Norma Tecnica UNI EN ISO 12999-1:2021

“Acustica - Determinazione e applicazione dell'incertezza di misurazione nell'acustica in edilizia - Parte 1: Isolamento acustico”

La norma specifica le procedure per la valutazione dell'incertezza di misurazione dell'isolamento acustico nell'acustica in edilizia. Esso prevede:
- una valutazione dettagliata dell'incertezza
- una determinazione delle incertezze da prove tra laboratori
- un'applicazione di incertezze.

Inoltre, vengono fornite incertezze tipiche per quantità determinate secondo le ISO 10140 (tutte le parti), le ISO 16283 (tutte le parti) e le ISO 717 (tutte le parti).

NORME TECNICHE – Bombole a gas

Norma Tecnica UNI EN ISO 13088:2021

“Bombole a gas - Pacchi bombole per acetilene - Condizioni di riempimento e controllo del riempimento”

La norma specifica i requisiti minimi per le condizioni di riempimento e il controllo del riempimento di pacchi di bombole per acetilene. Essa si applica sia ai pacchi che sono riempiti mentre le bombole sono assemblate sia ai pacchi per i quali le bombole sono riempite come bombola singola e assemblate in un pacco dopo il riempimento. Essa non si applica ai pacchi contenenti bombole per acetilene senza solventi.

NORME TECNICHE – scale mobili e marciapiedi mobili

Norma Tecnica UNI CEN/TS 115-4:2021

“Sicurezza delle scale mobili e dei marciapiedi mobili - Parte 4: Interpretazioni relative alla famiglia di norme EN 115”

La specifica tecnica costituisce la raccolta delle interpretazioni relative alla famiglia di norme UNI EN 115.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere Aggiornato

Cookie