Emanate due proroghe al D. Lgs 81/08.
09/06/2008

Emanate due proroghe al D. Lgs 81/08.

  

Nel D.L. n.97 del 03/06/08 pubblicato in G.U. n.128 del 03/06/08 ed in vigore da pari data sono state disposte due proroghe all'applicazione del Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

La prima riguarda l'obbligo di comunicare all'INAIL/IPSEMA i dati relativi agli infortuni e la seconda il decorrere del divieto delle visite preassuntive.

Dette sono contenute nel comma 2 dell'articolo 4 del decreto legge n. 97 che così dispone : "Le disposizioni di cui all'articolo 18, comma 1, lettera r), e all'articolo 41, comma 3, lettera a), del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, si applicano a decorrere dal 1 gennaio 2009".

Pertanto partirà dal 1° gennaio 2009 l'obbligo da parte del datore di lavoro e del dirigente di comunicare all’INAIL/IPSEMA, a fini statistici e informativi, i dati relativi agli infortuni che comportino un’assenza di almeno un giorno e, a fini assicurativi, quelli relativi agli infortuni che comportino un’assenza superiore a tre giorni nonché il divieto, nell'ambito della sorveglianza sanitaria, di effettuare le visite mediche preventive in fase preassuntiva, che comunque è già stato chiaramente sancito dalla giurisprudenza in materia.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere Aggiornato

Cookie

Questo sito web utilizza cookie di terze parti

X - CHIUDI
Questo sito utilizza cookie tecnici anonimi per garantire la navigazione e cookie di terze parti per monitorare il traffico e per offrire servizi aggiuntivi come ad esempio la visualizzazione di video o di sistemi di messaggistica. Senza i cookie di terze parti alcune pagine potrebbero non funzionare correttamente. I cookie di terze parti possono tracciare la tua attività e verranno installati solamente cliccando sul pulsante "Accetta tutti i cookie". Puoi cambiare idea in ogni momento cliccando sul link "Cookie" presente in ogni pagina in basso a sinistra. Cliccando su uno dei due pulsanti dichiari di aver preso visione dell'informativa sulla privacy e di accettarne le condizioni.
Maggiori informazioni